LA STORIA

A PARMA IL SECONDO TORNEO PIÙ IMPORTANTE D’ITALIA

Il Tennis Club President ha accolto per il secondo anno consecutivo gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna in una veste ancor più prestigiosa: un ATP Challenger 125, mettendo in palio un montepremi di $ 156,240 e 125 punti ATP. Vincitore di questa edizione, l’americano Frances Tiafoe, innamoratosi di Parma e della sua ospitalità.
Dopo il successo della prima edizione, grazie al livello dei giocatori partecipanti, all’afflusso di pubblico ed alla sinergia con istituzioni e partners, gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna sono tornati in campo come uno fra i pochi Challenger in calendario nell’anno 2020 a causa dello stop dovuto al COVID-19, riuscendo ad accogliere pubblico e giocatori in totale sicurezza dimostrando esemplarità nella riuscita dell’evento.

Tra i protagonisti della seconda edizione, svettano i nomi di Delbonis, Caruso, Cecchinato, Seppi, Kohlschreiber. Blanch (vincitore del challenger MEF di Perugia 2018), Lorenzi, Zeppieri e Musetti, terzetto presente anche nella prima edizione del torneo assieme a Dellien, Travaglia, Robredo. Insieme ai campioni presenti e futuri, ha assistito ai match degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna, Filippo Volandri, commentatore televisivo ed tennista ex n.25 al mondo.

Frances Tiafoe conquista il suo quinto titolo Challenger.

Tommy Robredo (ex n.5 ATP), vincitore della prima edizione.

Federico Gaio, finalista nel 2019.

Hugo Dellien, testa di serie dell’edizione 2019 ed ex n. 72 ATP.