TIAFOE CAMPIONE DEL CHALLENGER DI PARMA

SCONFITTO IN FINALE CARUSO IN TRE SET

“MI SONO INNAMORATO DI QUESTA CITTÀ”

 

Parma, 12 ottobre 2020 – Frances Tiafoe è il vincitore degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna, il Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President di Parma. Lo statunitense ha battuto in finale il siciliano Salvatore Caruso con il punteggio di 6-3 3-6 6-4 in 2 ore esatte di gioco. Per il ventenne di Hyattsville è il quinto titolo Challenger in carriera.

Tiafoe conquista il trofeo – “È stata una settimana intensa – il commento di Tiafoe dopo la premiazione -. Sin dall’inizio avevo in testa un solo obiettivo, vincere il torneo: sono davvero felice di esserci riuscito. Spero sia un nuovo punto di partenza per ritrovare una buona classifica (oggi numero 64 del mondo, nel 2019 è stato numero 29, ndr). Adesso mi godo il successo e poi mi concentrerò sul torneo ATP 250 in Sardegna”. L’atleta a stelle e strisce è diventato l’idolo degli appassionati giovani e meno giovani: “Questo evento è stato organizzato alla perfezione. Mi sono sentito a casa sin dal primo giorno, le persone mi hanno trattato con enorme rispetto. Lavoro straordinario, senza dimenticare la qualità del cibo: mi sono innamorato di Parma”. Gli obiettivi sono chiari: “Voglio continuare così, migliorando il mio gioco al fine di renderlo più costante e consistente. Questa settimana ho giocato benissimo, ma senza continuità non si arriva in alto”.

MEF Tennis Events pronta al prossimo torneo – Tanta la soddisfazione di Marcello Marchesini, presidente di MEF Tennis Events: “C’era grandissima attesa per questo ATP Challenger 125, il pubblico ha risposto presente e tutto è andato per il meglio. Tiafoe ha partecipato tantissimo alla vita del circolo, vederlo così contento è una gioia anche per noi”. Il 31 ottobre inizieranno le qualificazioni del prossimo Challenger organizzato a Parma da MEF Tennis Events, le cui sedi saranno il PalaRaschi, il Tennis Club Parma e lo stesso Tennis Club President: “L’ATP ci ha chiesto di far nascere questo nuovo torneo indoor sul play-it, abbiamo accettato con entusiasmo e sono sicuro che vedremo ancora grande tennis. Il 2021? Vorrei almeno confermare i Challenger di Parma, Perugia e Todi, poi vedremo”.

Il risultato della finale di lunedì 12 ottobre

Finale singolare

Frances Tiafoe b. Salvatore Caruso 6-3 3-6 6-4

 Like

RINVIATA LA FINALE TRA CARUSO E TIAFOE

SI DISPUTERÀ LUNEDÌ ALLE 10.00

 

 

Parma, 11 ottobre 2020 – Pioggia a Parma, è stata rinviata la finale degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna. Salvatore Caruso e lo statunitense Frances Tiafoe giocheranno il match per il titolo del Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President lunedì 12 ottobre alle ore 10.00. Inutili i tentativi degli organizzatori di sistemare il Campo Centrale per renderlo agibile: la pioggia non ha dato tregua a Parma e l’incontro è stato rinviato.

 

 Like

CARUSO IN FINALE AL CHALLENGER DI PARMA

“GRANDE SODDISFAZIONE, ORA VOGLIO IL TITOLO”

TIAFOE L’ALTRO FINALISTA: “AMO GIOCARE IN ITALIA”

 

Parma, 10 ottobre 2020 – La finale degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna sarà tra Salvatore Caruso e Frances Tiafoe. Il ventisettenne di Avola ha battuto in semifinale l’australiano Alexei Popyrin con il punteggio di 6-4 6-4 in un’ora e 44 minuti di gioco, mentre lo statunitense ha impiegato un’ora e 55 minuti per eliminare l’argentino Federico Delbonis con lo score di 3-6 6-3 6-4. Il match per il titolo del Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President di Parma è in programma domenica 11 ottobre alle ore 14.00.

 

Caruso non delude – Tanta la soddisfazione dell’azzurro dopo il successo: “Sapevo che non sarebbe stato semplice spuntarla contro un giocatore aggressivo come Popyrin. In campo mi sentivo a mio agio, ho prolungato gli scambi il più possibile per metterlo in difficoltà e mentalmente non sono mai uscito dalla partita. La finale sarà difficilissima, ma di certo è una grande soddisfazione averla raggiunta con la consapevolezza che sugli spalti ci sarà il pubblico a sostenermi. Voglio il titolo”.

 

Tiafoe elimina Delbonis – Dalla parte opposta della rete ci sarà la testa di serie numero 1 del tabellone, Frances Tiafoe: “Sono davvero felice. Non avevo mai affrontato Delbonis, un giocatore esperto, mancino, con una grande carriera alle spalle. Ho reagito benissimo dopo aver perso il primo set e ce l’ho fatta. La finale? Caruso è molto forte e questa settimana ha vinto match di alto livello, in più è un amico: conosco il suo stile di gioco e darò il 100% per conquistare il titolo”. Al Tennis Club President sono tutti pazzi di ‘Bigfoe’: “Amo giocare in Italia. Sono sceso in campo due volte a Milano alle Next-Gen ATP Finals ed ogni volta che torno in questo Paese sono estremamente contento. Adoro il vostro modo di vivere il tennis”. In doppio trionfano Marcelo Arevalo e Tomislav Brkic, che in finale si sono imposti su Ariel Behar e Gonzalo Escobar con il punteggio di 6-4 6-4.

 

I risultati di sabato 10 ottobre

 

Semifinali singolare

Frances Tiafoe b. Federico Delbonis 3-6 6-3 6-4

Salvatore Caruso b. Alexei Popyrin 6-4 6-4

 

Finale doppio

Marcelo Arevalo/Tomislav Brkic b. Ariel Behar/Gonzalo Escobar 6-4 6-4

 Like

PARMA, CARUSO IN SEMIFINALE: BATTUTO DJERE IN 3 SET

“ALTALENA DI EMOZIONI, FONDAMENTALE IL PUBBLICO”

ELIMINATI CECCHINATO E BALDI

 

 

Parma, 9 ottobre 2020 – Salvatore Caruso sarà l’unico italiano in campo nelle semifinali degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna, il Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President di Parma. Il ventisettenne di Avola ha battuto ai quarti il serbo Laslo Djere in una battaglia di 2 ore esatte terminata con lo score di 6-4 2-6 6-4.

 

Caruso la spunta contro Djere – Stremato ma più che soddisfatto, Caruso ha analizzato il suo successo: “La partita è stata molto tosta, Djere è un grandissimo tennista e lo ha dimostrato negli anni. È stata un’altalena di emozioni, sono veramente contento di averla portata a casa: voglio continuare così. Anche oggi il pubblico si è fatto sentire, finalmente ci sono gli spettatori in tribuna e possiamo sentire qualche voce amica che ci incita dagli spalti. Spero che continueranno a sostenermi”. In semifinale il numero 85 del mondo affronterà l’australiano Alexei Popyrin, vincitore dell’equilibratissimo match contro il lucky loser argentino Juan Pablo Ficovich chiuso con il punteggio di 6-7(6) 6-4 7-5 dopo quasi 3 ore di lotta.

 

Delbonis e Tiafoe non falliscono – Dalla parte opposta del tabellone la testa di serie numero 3, Federico Delbonis, ha eliminato Marco Cecchinato con lo score di 4-6 6-2 6-2 in un’ora e 33 minuti di gioco: “Ho cambiato l’inerzia dell’incontro quando, dopo il primo set, ho iniziato a scendere a rete con continuità. Nel secondo e nel terzo parziale ho comandato gli scambi e alla fine ce l’ho fatta. Cecchinato veniva da un ottimo Roland Garros, sta tornando ai livelli del 2018: sarei contento di rivederlo presto in alta classifica”. L’argentino se la vedrà in semifinale con la prima testa di serie del torneo, lo statunitense Frances Tiafoe, che ha avuto la meglio di Filippo Baldi con il punteggio di 7-6(3) 7-5 in quasi 2 ore di gioco. La finale di doppio, in programma sabato 10 ottobre, vedrà da una parte Ariel Behar e Gonzalo Escobar e dall’altra Marcelo Arevalo e Tomislav Brkic.

 

I risultati di venerdì 9 ottobre

 

Quarti di finale singolare

Frances Tiafoe b. Filippo Baldi 7-6(3) 7-5

Federico Delbonis b. Marco Cecchinato 4-6 6-2 6-2

Salvatore Caruso b. Laslo Djere 6-4 2-6 6-4

Alexei Popyrin b. Juan Pablo Ficovich 6-7(6) 6-4 7-5

 

Semifinali doppio

Ariel Behar/Gonzalo Escobar b. Simone Bolelli/Maximo Gonzalez 6-4 3-6 13/11

Marcelo Arevalo/Tomislav Brkic b. Andres Molteni/Hugo Nys 5-7 6-4 11/9

 Like

PARMA, CECCHINATO BATTE KOHLSCHREIBER E SFIDA DELBONIS

“PER VINCERE DOVRÒ ALZARE IL LIVELLO”

BOLELLI: “DAVIS? SINNER E MUSETTI MI RUBERANNO IL POSTO”

 

 

Parma, 8 ottobre 2020 – Marco Cecchinato vince il match di giornata del giovedì degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna. Il palermitano classe ’92 si è imposto sul tedesco Philipp Kohlschreiber con lo score di 7-5 6-3 in un’ora e 24 minuti di gioco, conquistando l’accesso ai quarti di finale del Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President di Parma.

 

Cecchinato ai quarti di finale – “È stato un match duro – il commento di ‘Ceck’ dopo il successo -, non ho espresso un tennis di livello elevato, ho commesso tanti errori e non posso definirmi soddisfatto della mia prestazione. Ma è importante aver vinto: sicuramente per battere Delbonis dovrò alzare il livello. L’argentino è uno dei più forti rimasti in gara, per impensierirlo ci vuole di più”. Dalla sua, il numero 110 del mondo, avrà ancora una volta il sostegno del pubblico di Parma: “Per noi azzurri giocare con gli spettatori in Italia è sempre bello. Mi manca vedere le tribune gremite, ma dopo tutto quello che è successo è già tanto avere la possibilità di giocare partite e tornei senza molti problemi”.

 

Delbonis batte Lorenzi – Di problemi ne ha avuti pochi lo stesso Federico Delbonis per eliminare Paolo Lorenzi. Il trentenne di Azul ha fatto fuori il numero 130 ATP in un’ora e mezza esatta di gioco (6-1 6-4): “Ho mantenuto alta l’attenzione dal primo all’ultimo punto, conosco le qualità da guerriero di Paolo e non gli ho regalato nulla per tutto l’incontro. È la mia seconda ottima prestazione dopo quella contro Andreas Seppi, sono felice di essere arrivato ai quarti in questo modo”. L’argentino è un aficionado dei tornei MEF Tennis Events: “È sempre un piacere partecipare a questi tornei. Ho conosciuto Marcello Marchesini 3 anni fa al Challenger di Perugia: come gli dico sempre, questi eventi sono fondamentali per la crescita dei giovani tennisti italiani e non solo”. Ai quarti di finale anche l’altro argentino Juan Pablo Ficovich, lucky loser (6-1 6-4 contro lo statunitense Mitchell Krueger) e l’australiano Alexei Popyrin (6-4 6-4 al francese Alexandre Muller).

 

Bolelli compie 35 anni – Nel tabellone di doppio c’è Simone Bolelli, che nel giorno del suo trentacinquesimo compleanno ha conquistato il pass per la semifinale al fianco dell’argentino Maximo Gonzalez. 6-3 6-7 10/6 lo score contro i kazaki Andrey Golubev ed Aleksandr Nedovyesov: “Giocando solo il doppio ho più tempo per me stesso – racconta ‘Bole’ -. Trascorro meno ore in campo e stresso meno il mio fisico: è una disciplina che mi è sempre piaciuta, soprattutto quando gioco con un amico come Maximo. E poi mi trovo benissimo ai tornei MEF Tennis Events, c’è sempre un clima molto cordiale e familiare: dopo il lockdown la maggior parte delle competizioni in Italia le hanno organizzate loro”. Inevitabile un giudizio sui giovani azzurri che benissimo stanno facendo in queste settimane: “Musetti è cresciuto molto. Rispetto a un anno fa è un altro giocatore: la sua palla è molto più pesante, spinge bene con servizio e dritto e fisicamente è migliorato tantissimo. In più il suo repertorio comprende variazioni non molto comuni: mi piace tanto. Sinner sta bruciando le tappe. Si allena duramente, è determinato ed è seguito da un grande team. Tecnicamente tira forte sia di dritto sia di rovescio: contro Nadal poteva vincere il primo set, comandava gli scambi. Potrà diventare fortissimo. Coppa Davis insieme a loro? Sono io che rischio il posto (ride, ndr). L’Italia ha un ventaglio di giocatori ampissimo, siamo pieni di tennisti competitivi su tutte le superfici e possiamo mischiarci bene per i doppi. Ci divertiremo”.

 

I risultati di giovedì 8 ottobre

 

Secondo turno

Federico Delbonis b. Paolo Lorenzi 6-1 6-4

Marco Cecchinato b. Philipp Kohlschreiber 7-5 6-3

Juan Pablo Ficovich b. Mitchell Krueger 6-1 6-4

Alexei Popyrin b. Alexandre Muller 6-4 6-4

 

 Like

TIAFOE SI PRENDE LA RIVINCITA ED ELIMINA MUSETTI
“CI AFFRONTEREMO TANTE ALTRE VOLTE
DOVETE ESSERE ORGOGLIOSI DEI TENNISTI AZZURRI”

Parma, 7 ottobre 2020 – La rivincita è presa: Frances Tiafoe batte Lorenzo Musetti 6-3 3-6 6-3 in un’ora e 42 minuti di gioco e accede ai quarti di finale degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna. Lo statunitense, testa di serie numero 1 del Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President di Parma, si vendica dopo la sconfitta subita dall’azzurro al Challenger di Forlì (in cui Musetti ha poi conquistato il titolo).

“A Forlì ho giocato il primo torneo sulla terra rossa della stagione – le dichiarazioni di Tiafoe dopo l’incontro -. Lorenzo ha giocato alla grande, io ho faticato ad adattarmi e sono stato sconfitto. Oggi, al contrario, mi sentivo benissimo in campo. Nel secondo set lui ha sfruttato l’unica palla break concessa e ha conquistato il parziale: sono contento della mia reazione al terzo. Per ritrovare ritmo e fiducia ho bisogno di tornei come questo: il mio obiettivo è vincere match combattuti contro giocatori forti per risalire il ranking ATP”. Piovono elogi a Musetti e agli altri azzurri: “Lorenzo è un tennista incredibile, sono sicuro che ci affronteremo tante altre volte. La sua crescita è impressionante. In generale l’Italia è piena di grandi giocatori come Matteo Berrettini, Fabio Fognini e Jannik Sinner: dovete essere orgogliosi di loro e dei tanti giovani che stanno emergendo”.

 Like

“DEVO LAVORARE PER SCALARE LA CLASSIFICA ATP”

BALDI VINCE IL DERBY CONTRO MAGER

 

 

Parma, 7 ottobre 2020 – Salvatore Caruso vola ai quarti di finale degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna. Il numero 85 del mondo ha sconfitto al secondo turno il ceco Tomas Machac con il punteggio di 6-2 7-5 in un’ora e 42 minuti di gioco: il suo prossimo avversario nel Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President di Parma sarà il serbo Laslo Djere.

 

Caruso sorride – Soddisfatto al termine dell’incontro il ventisettenne di Avola (Siracusa): “Ho iniziato il match molto bene, molto solido, a differenza del primo turno in cui ho faticato tanto (4-6 6-3 6-4 contro il francese Hugo Grenier, ndr). Sono contento di aver vinto in due set, me lo sono meritato”. Per salire ulteriormente in classifica, Caruso è consapevole di dover aumentare l’aggressività del suo gioco: “Stiamo lavorando sulla spinta da fondocampo e sulla lettura dei momenti chiave delle partite. Sono due aspetti fondamentali per riuscire a fare un altro salto a livello ATP”. Nessun obiettivo preciso di ranking: “Devo crescere ancora, l’obiettivo è scalare posizioni in classifica senza porci limiti”.

 

Baldi ai quarti di finale – Anche Filippo Baldi ai quarti di finale in virtù del successo nel derby azzurro contro Gianluca Mager, costretto al ritiro per problemi fisici quando lo score diceva 4-6 6-3 3-1 per Baldi: “È stato un match strano. Quando ci affrontiamo, io e Gianluca difficilmente riusciamo ad esprimerci al meglio, anche perché nei derby la tensione è sempre alta. Nel primo set ho commesso troppi errori, per fortuna sono rimasto in partita e alla fine lui si è ritirato. Mi dispiace, avrei preferito vincere in un’altra maniera, ma nel tennis ogni tanto succede anche questo”. Tanti i segnali incoraggianti nel gioco del milanese classe ’96: “Non voglio dirlo, ma è evidente che dopo un periodo difficile io abbia ricominciato ad avvertire ottime sensazioni in campo. Voglio continuare così senza soffermarmi troppo sui risultati”.

 

I risultati di mercoledì 7 ottobre

 

Secondo turno

Filippo Baldi b. Gianluca Mager 4-6 6-3 3-1 rit.

Salvatore Caruso b. Tomas Machac 6-2 7-5

Laslo Djere b. Sumit Nagal 7-5 4-6 6-4

 

 Like

“HO TANTA VOGLIA DI TORNARE IN ALTO”

BENE CARUSO, KOHLSCHREIBER E TIAFOE

 

 

Parma, 6 ottobre 2020 – Buona la prima per Marco Cecchinato agli Internazionali di Tennis Emilia Romagna, il Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President di Parma. Sul Campo Centrale il palermitano ha battuto il polacco Kamil Majchrzak con lo score di 6-3 6-4 in un’ora e 22 minuti di gioco, evidenziando un’ottima forma fisica e mentale.

 

Cecchinato on fire – “Bella vittoria contro un ottimo giocatore – le dichiarazioni del numero 110 ATP nel postpartita -. Sono arrivato da Parigi e avevo bisogno di ambientarmi: sono soddisfatto del livello del mio gioco”. Al Roland Garros ‘Ceck’ ha superato le qualificazioni e ha eliminato Alex De Minaur e Juan Ignacio Londero prima di arrendersi ad Alexander Zverev: “Sto attraversando un periodo positivo. Ho giocato 12 partite nelle ultime 2 settimane, non mi accadeva da oltre un anno. Sono contento, sto lavorando bene: ho tanta voglia di tornare in alto”. In chiusura uno sguardo al secondo turno contro Philipp Kohlschreiber: “Questo è un torneo durissimo. Ci sono tanti top 100 e giocatori di livello, sicuramente sarà una sfida complicata”.

 

Intramontabile Kohlschreiber – Proprio il tedesco Philipp Kohlschreiber, ex numero 16 del mondo e oggi 86 ATP, ha aperto la giornata con il successo ai danni del brasiliano Thiago Seyboth Wild (6-3 6-1): “Ho affrontato molte difficoltà dalla ripartenza del circuito post lockdown, dà fiducia vincere un match giocando così bene”. A quasi 37 anni l’atleta teutonico ha ancora tanta voglia di competere e divertirsi: “Voglio battere i record di anzianità di Paolo Lorenzi (ride, ndr). Non è facile confrontarsi con giocatori giovani e talentuosi, qui in Italia ce ne sono tanti: devo fare i complimenti agli organizzatori dei tornei e alla Federazione. E poi è un piacere vivere il circolo con gli appassionati che vengono a vedere le partite e il buon cibo di questo Paese”.

 

Tiafoe sfida Musetti – Avanti la testa di serie numero 1, lo statunitense Frances Tiafoe, che si è imposto sullo sloveno Blaz Rola con il punteggio di 7-6(1) 6-3: “All’inizio dell’incontro ho faticato a trovare il ritmo, ma piano piano, lottando punto dopo punto, sono uscito alla distanza. Ho giocato nel modo giusto i punti importanti e il tie-break del primo set, bene così”. Al secondo turno il suo avversario sarà Lorenzo Musetti, che lo ha battuto al Challenger di Forlì: “È un ottimo giocatore e un bravissimo ragazzo. Sta crescendo rapidamente, per batterlo dovrò esprimermi meglio rispetto a quanto fatto l’ultima volta contro di lui”. Avanza anche Salvatore Caruso (4-6 6-3 6-4 contro il francese Hugo Grenier), ok l’argentino Juan Pablo Ficovich, lo statunitense Mitchell Krueger, il francese Alexandre Muller e l’australiano Alexey Popyrin. Quest’ultimo ha approfittato del ritiro per infortunio dell’argentino Juan Ignacio Londero, che durante il secondo set ha subito una distorsione alla caviglia sinistra.

 

I risultati di martedì 6 ottobre

 

Primo turno

Frances Tiafoe b. Blaz Rola 7-6(1) 6-3

Marco Cecchinato b. Kamil Majchrzak 6-3 6-4

Philipp Kohlschreiber b. Thiago Seyboth Wild 6-3 6-1

Salvatore Caruso b. Hugo Grenier 4-6 6-3 6-4

Juan Pablo Ficovich b. Danilo Petrovic 6-3 7-6(5)

Mitchell Krueger b. Denis Istomin 6-4 6-4

Alexandre Muller b. Maxime Cressy 6-3 4-6 6-3

Alexey Popyrin b. Juan Ignacio Londero 1-6 2-1 rit.

 

 1

“QUESTO TORNEO SEMBRA UN ATP”

AVANTI LORENZI E BALDI, ELIMINATO ZEPPIERI

 

 

Parma, 5 ottobre 2020 – Comincia bene l’avventura di Gianluca Mager agli Internazionali di Tennis Emilia Romagna. Il numero 89 del mondo ha battuto il tedesco Yannick Hanfmann con il punteggio di 7-5 7-6(5) in un’ora e 48 minuti di gioco, conquistando il pass per il secondo turno del Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President di Parma.

 

Mager parte forte – Un match equilibrato, deciso da pochi punti: “Sapevo che sarebbe stato un incontro molto combattuto. Io arrivavo da 5 sconfitte consecutive al primo turno, lui ha vinto il Challenger di Todi ed è arrivato in finale all’ATP 500 di Kitzbuhel. Il mio obiettivo era esprimere il mio tennis mantenendo la tranquillità nei momenti chiave: ci sono riuscito e sono davvero soddisfatto”. Mager è consapevole che la corsa al titolo del torneo di Parma sarà ricca di insidie: “Visto il livello degli avversari in tabellone, non mi sento tra i favoriti. Questo torneo sembra un ATP, darò il massimo per andare avanti”.

 

Lorenzi e Baldi al secondo turno – Buona la prima anche per Paolo Lorenzi, che si è imposto sull’indiano Prajnesh Gunneswaran con lo score di 7-6(5) 6-2 in 2 ore e 12 minuti di gioco: “Il primo set ha determinato l’esito del match. Sono contento di aver giocato nel modo giusto i punti importanti e di essermi qualificato per il secondo turno”. Veterano del circuito, Lorenzi ha poi detto la sua sulla situazione del tennis post lockdown: “Si sta cercando un nuovo equilibrio. Non è il tennis di prima, soprattutto per me che adoro giocare davanti a tanto pubblico (a Parma gli spettatori ci sono, ma in numero limitato come da protocollo, ndr); anche i viaggi sono molto più complicati. Spero che nei prossimi mesi si possa tornare alla normalità”. Grande prova del qualificato Filippo Baldi, che ha battuto il giapponese Taro Daniel 5-7 7-6(5) 6-1. Avanti anche il ceco Tomas Machac e il serbo Laslo Djere. Fuori Giulio Zeppieri, eliminato in due set dall’indiano Sumit Nagal.

 

I risultati di lunedì 5 ottobre

 

Primo turno

Filippo Baldi b. Taro Daniel 5-7 7-6(5) 6-1

Gianluca Mager b. Yannick Hanfmann 7-5 7-6(5)

Paolo Lorenzi b. Prajnesh Gunneswaran 7-6(5) 6-2

Tomas Machac b. Juan Pablo Varillas 6-2 6-4

Sumit Nagal b. Giulio Zeppieri 6-4 6-4

Laslo Djere b. Jason Jung 6-2 6-4

 

 Like