TRAVAGLIA AI QUARTI AL CHALLENGER DI PARMA
‘STETO’ A UN PASSO DALLA TOP 100
“VAGNOZZI CREDE TOTALMENTE IN ME”

Parma, 20 giugno 2019 – Un avvio in discesa, la rimonta completata e il traguardo della top 100 sempre più vicino. Dopo aver eliminato Dimitar Kuzmanov, Stefano Travaglia batte in tre set Andrea Pellegrino e approda ai quarti di finale degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup. Un torneo importante per l’ascolano classe ’91, che al Challenger di Parma targato MEF Tennis Events va a caccia di punti preziosi per entrare per la prima volta in carriera tra i primi 100 giocatori della classifica mondiale.

 

L’entusiasmo di Travaglia – “All’inizio dell’incontro lui giocava con estrema solidità ed io non riuscivo a metterlo in difficoltà – le parole a caldo di ‘Steto’ –. Il break in apertura di secondo set è stato la svolta, mi sono sciolto e alla fine ho portato il match a casa. Da quando mi alleno con Simone Vagnozzi e il mio team, cioè dopo Wimbledon 2018, mi sono legato a persone che credono al 100% in me. Siamo davvero una squadra, crediamo totalmente in quello che facciamo e i risultati li vedo giorno dopo giorno”. Poi le riflessioni sui successi messi in fila dal Challenger di Francavilla in poi: “Le vittorie danno fiducia. Ho imparato ad accettare dentro di me anche i successi che arrivano giocando male, poi analizzo con Simone e il team ciò che è andato bene e ciò che devo migliorare, provando a correggere gli errori per fare sempre meglio”.

 

Berrettini jr: “Sono fiero di Matteo” – Avanti anche Jacopo Berrettini, giustiziere dell’australiano Jacob Grills: “È stato un match difficile. Il mio avversario nel primo set mi ha dato poco ritmo alternando errori gratuiti a colpi vincenti, poi ha giocato meglio ed io sono stato bravo a fermare sul nascere la sua rimonta. La mia energia e la voglia di lottare stanno facendo la differenza, sono contento. Per quanto riguarda Flavio Cipolla, al di là del rapporto che abbiamo tra maestro e allievo, siamo molto amici. Stiamo lavorando sul servizio, sull’uso della mano nel diritto e tatticamente sullo scendere in campo sempre con un’idea, un’idea di gioco da sviluppare nel corso della partita”. In conclusione le parole al miele per il fratello maggiore Matteo: “Ci sentiamo tutti i giorni, soprattutto quando giochiamo tornei diversi la stessa settimana: quello che sta facendo è sotto gli occhi di tutti, sono fiero di lui”.

 

Robredo: “Ci vuole rispetto per la nostra passione” – Ai quarti di finale pure Tommy Robredo, senza peli sulla lingua dopo il successo ai danni di Raul Brancaccio: “Mi sto trovando bene qui. Quello contro Brancaccio è stato un buon match, ho servito bene e tenuto alta la concentrazione. Quando entri nella fase finale del torneo devi esser bravo a dosare le energie, in questo senso mi fa piacere aver vinto in due set. La passione che mi spinge a continuare a giocare? Il tennis è bello ovunque lo giochi. Nella vita ti poni obiettivi diversi a seconda dell’età che hai: a questo punto della mia carriera ho voglia di divertirmi in campo, di vincere più partite possibile e, perché no, cercare di tornare tra i primi 100 del mondo. Sto giocando bene in questo periodo, aver vinto il Challenger di Poznan mi ha dato fiducia e sono tranquillo. Secondo me la gente sbaglia a pensare che un tennista debba smettere a 30 anni, invece di considerare quanto ci alleniamo e che magari siamo ancora in ottime condizioni. Nella top 100 del ranking mondiale ce ne sono di over 30, bisogna cambiare questa mentalità: ricevo insulti sui social network, ma perché dovrei smettere se ho ancora voglia di giocare? Penso che la passione degli atleti vada rispettata”.

 

Zeppieri non si ferma – Prosegue la straordinaria corsa di Giulio Zeppieri: il laziale classe 2001 spazza via il bosniaco Nerman Fatic con il punteggio di 6-1 6-2. Vincono, infine, l’argentino Andrea Collarini, il tedesco Julian Lenz e l’uruguaiano Martin Cuevas.

 

I RISULTATI DI GIOVEDÌ 20 GIUGNO

 

Ottavi di finale

 

Andrea Collarini d. Andrea Vavassori 6-2 7-5

Tommy Robredo d. Raul Brancaccio 6-2 6-3

Jacopo Berrettini d. Jacob Grills 6-1 6-4

Julian Lenz d. Filip Peliwo 6-3 6-1

Stefano Travaglia d. Andrea Pellegrino 3-6 6-2 6-0

Martin Cuevas d. Maverick Banes 6-4 6-0

Giulio Zeppieri d. Nerman Fatic 6-1 6-2

 

 Like

AZZURRI PROTAGONISTI AL CHALLENGER DI PARMA
BENE QUINZI, PELLEGRINO E BRANCACCIO
ZEPPIERI: “FELICE DELLA VITTORIA CON LORENZI”


Parma, 19 giugno 2019 – Forti, giovani, italiani. I talenti azzurri si prendono la scena agli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup, il secondo ATP Challenger del 2019 targato MEF Tennis Events. Sotto gli occhi di Filippo Volandri, Giancarlo Petrazzuolo ed altri ex giocatori e tecnici federali, sui campi in terra rossa del Tennis Club President sono i padroni di casa a fare la voce grossa nella prima fase del torneo.

 

Quinzi: “Ho tanta voglia di far bene” – In uno spettacolare mercoledì di incontri torna a vincere e convincere Gianluigi Quinzi, giustiziere in due set di Marco Bortolotti: “Sono soddisfatto del gioco che ho espresso. Dopo un periodo negativo mi sono allenato un paio di settimane, ho lavorato sodo e mi sono presentato qui carico con tanta voglia di far bene. Mi dà fiducia iniziare il torneo con una vittoria così, sono contento”. Giornata positiva anche per Andrea Pellegrino, che dopo oltre 2 ore e mezza di gioco supera l’ostico brasiliano Guilherme Clezar: “È stata una partita durissima dal primo all’ultimo punto. Ho affrontato un giocatore con caratteristiche simili alle mie, spingevamo entrambi da fondo campo e gli scambi erano molto lunghi. Sono contento di aver rimontato lo svantaggio di 5-7 3-5 e di averla portata a casa”. Sorride pure Raul Brancaccio, autore dell’eliminazione dell’esperto spagnolo Daniel Gimeno-Traver: “Abbiamo disputato un match molto dispendioso, nei punti c’era tanta intensità e non è stato facile dal punto di vista fisico. Sapevo di affrontare un grande giocatore, uno che è stato tra i primi 50 del mondo con un diritto devastante: sono felice di essere riuscito a vincere”.

 

Zeppieri: “La mia vittoria più importante” – Strepitosa la performance di Giulio Zeppieri, che all’indomani dell’inatteso successo contro la testa di serie numero 2 Paolo Lorenzi ha espresso tutta la propria soddisfazione: “È sicuramente la vittoria più importante della mia carriera, sin qui. Non avevo mai battuto un giocatore così forte e con una classifica tanto alta (Lorenzi è numero 96 del mondo, ndr). Sono davvero contento, ma anche concentrato sulla prossima sfida, quella contro il bosniaco Nerman Fatic”.

 

Il presidente Botti: “Ringrazio MEF Tennis Events” – Avanti anche Federico Gaio, il canadese Filip Peliwo, il tedesco Julian Lenz, l’uruguaiano Martin Cuevas e l’australiano Maverick Banes, il presidente del Tennis Club President Romano Botti si è detto più che soddisfatto dell’andamento della manifestazione: “Siamo estremamente soddisfatti. Ringrazio MEF Tennis Events, Marcello, Elena, Federica Marchesini e tutto il loro staff per ciò che fanno quotidianamente: è un piacere lavorare con loro. I giocatori eliminati ci hanno promesso di tornare l’anno prossimo per quanto si sono trovati bene, inoltre mi fa piacere che questo torneo stia lanciando grandi talenti del tennis italiano che speriamo di vedere sui palcoscenici più importanti del mondo tra qualche anno”.

 

 

I RISULTATI DI MERCOLEDÌ 19 GIUGNO

 

Secondo turno

 

Raul Brancaccio d. Daniel Gimeno-Traver 7-6 6-3

Filip Peliwo d. Gianluca Di Nicola 6-3 6-3

Julian Lenz d. Alessandro Giannessi 6-1 6-4

Federico Gaio d. Alessandro Bega 6-4 6-7 6-4

Gianluigi Quinzi d. Marco Bortolotti 6-1 6-3

Andrea Pellegrino d. Guilherme Clezar 5-7 7-6 6-4

Martin Cuevas d. Andrea Arnaboldi 6-7 7-6 6-4

Maverick Banes d. Andrea Basso 6-1 7-6

 

 

 Like

INTERNAZIONALI DI TENNIS EMILIA ROMAGNA:
HUGO DELLIEN SHOCK, “WAVE” VAVASSORI E’ L’ONDA ASSASSINA!
A PARMA CADE ANCHE IL NUMERO 3 TARO DANIEL


Parma, 18 giugno 2019 – La seconda giornata degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup (54.160 $, terra rossa), torneo Challenger ospitato sui campi del Tc President di Montechiarugolo (Parma), sarà ricordata come quella della caduta delle stelle. Nel giorno del debutto delle prime tre teste di serie, fuori Il numero 1 e 94 al mondo Hugo Dellien e fuori il numero 3 Taro Daniel: starà facendo gli scongiuri il secondo favorito del tabellone di singolare Paolo Lorenzi, che esordirà in serata contro Giulio Zeppieri.

Appare clamorosa, nella forma e nella sostanza, l’eliminazione del primo giocatore del seeding Hugo Dellien per mano di uno strepitoso Andrea Vavassori. Appena venti giorni fa, nel secondo turno del Roland Garros, il boliviano metteva a durissima prova Stefanos Tsitsipas, portandosi a pochi punti dal quinto set contro il sesto tennista del pianeta e stella emergente del panorama internazionale. Un exploit che faceva il paio con quello della settimana precedente nel torneo ATP 250 di Ginevra, dove raggiunse i quarti di finale e sfiorò il successo sul tedesco Alexander Zverev (numero 5 al mondo). Eppure il tennis non si basa sui precedenti, né sulla proprietà transitiva. E il Dellien di oggi, sotto un sole cocente, è solo un lontano parente della sua versione parigina. In cinquantanove minuti se ne esce di scena con un 61 61 che non lascia adito a interpretazioni, sovrastato da una prova maiuscola di Vavassori, ingiocabile al servizio (91% di punti vinti con la prima palla e un picco di velocità di 228 chilometri orari) e dominante anche negli scambi lunghi, terreno dove avrebbe dovuto primeggiare l’avversario. Hugo Dellien, accolto in patria come un eroe nazionale dopo i fasti del Roland Garros, saluta Parma senza aver espresso in minima parte il suo potenziale.

Assieme al favorito è eliminato anche Taro Daniel (numero 3 del seeding e 107 delle classifiche ATP, mattatore di Novak Djokovic a Indian Wells 2018) per mano dell’australiano Jacob Grills. Non è giornata neppure per il giapponese, per dodici volte nel tabellone principale dei tornei dello Slam e quest’anno nei quarti di finale dei Tornei ATP 250 di Marrakech e Ginevra. Due netti crolli lo portano alla sconfitta, il primo nel secondo set dopo un parziale d’apertura convincente, il secondo sul punteggio di 4-1 a suo favore nel terzo che decreta il successo di Grills. Eliminazione eccellente anche quella del francese Stephane Robert (ex numero 50 al mondo), mai in partita contro il bosniaco Nerman Fatic (62 63).

Tra gli italiani avanzano la wild card Gianluca Di Nicola (75 63 su Escoffier), il reggiano Marco Bortolotti (61 26 62 su Maggioli) e Andrea Basso. Il tennista ligure quest’anno è stato protagonista della bellissima vittoria nel torneo di pre-qualificazione degli Internazionali BNL d’Italia, che gli ha fruttato una wild card per il main draw del Master 1000 romano e un’esperienza indimenticabile contro Marin Cilic. Questo viaggio sulle montagne russe lo avrà reso più consapevole anche a livelli inferiori? Molto probabile. A Parma il suo primo atto contro il giovane Francesco Forti è stato in chiaroscuro, con un calo vistoso complice il gran caldo nel secondo set e un terzo set più aggressivo, aggrappato al suo servizio mancino e ad una maggiore solidità in risposta.
Mercoledì 18 giugno sono in programma gli incontri di secondo turno del tabellone di singolare, con il debutto di Tommy Robredo, ex numero 5 al mondo, e degli azzurri Stefano Travaglia, Federico Gaio e Alessandro Giannessi.  L’ingresso ai campi del Tennis Club President è gratuito da lunedì 17 a giovedì 20 giugno.

 

Biglietti e abbonamenti 21/22/23 giugno: http://weto.crionetworld.com/emiliarom/tickets/

 Like

Challenger Parma 2019, Zeppieri parte bene. Lorenzi: “Molto felice di tornare qui”

Agli archivi la prima giornata degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup. Uno splendido sole ha fatto da cornice agli spettacolari incontri andati in scena sui campi in terra rossa del Tennis Club President di Parma, nel secondo ATP Challenger della stagione targato MEF Tennis Events.

La gioia di Lorenzi – Pronto all’esordio nel torneo Paolo Lorenzi, seconda testa di serie del tabellone: “Sono molto felice di essere qui, non venivo a Parma da diversi anni – ha affermato il numero 96 del mondo durante l’evento dedicato a bambini e appassionati al Centro Commerciale Euro Torri –. MEF Tennis Events è garanzia di un’ottima organizzazione. Il momento positivo dei tennisti italiani? È bellissimo che tanti azzurri, di cui molti giovani, stiano facendo bene in questo periodo: il futuro del nostro tennis sarà ricco di successi”.

L’esordio di Zeppieri – “Paolino” se la vedrà con Giulio Zeppieri, che ha approfittato del ritiro dopo un set di Enrico Dalla Valle: “È stato un match davvero strano – le parole del laziale classe 2001 –. All’inizio respiravo male e sentivo dolore alla schiena, per questo ho chiamato il fisioterapista in campo. Poi mi sono ripreso e ho vinto il primo set. A quel punto Enrico è andato in bagno e si è sentito male: mi dispiace, lo conosco bene, è sempre brutto vedere qualcuno così. La sfida contro Lorenzi? Paolo è un giocatore esperto che in carriera ha ottenuto grandissimi risultati. Partirò sfavorito ma proverò a dire la mia: sono sicuro di poter fare una buona prestazione”.

Avanti gli azzurri – Buona la prima anche per Raul Brancaccio, giustiziere di Fabrizio Ornago con il punteggio di 6-4 6-3: vittoria importante per il napoletano che si allena all’accademia di David Ferrer, in controllo del match dall’inizio alla fine nonostante una performance non impeccabile. Supera le qualificazioni Francesco Forti, privo di problemi nel derby contro Francesco Vilardo concluso per 6-3 6-2: il diciannovenne di Cesena è stato autore di una fantastica partita in cui ha messo in mostra tutto il suo repertorio, fatto di accelerazioni e colpi vincenti che hanno reso impossibile la reazione dell’avversario. Forti va a caccia di conferme a livello Challenger, dopo l’exploit di Vicenza in cui ha eliminato Gianluigi Quinzi, Viktor Galovic e proprio Paolo Lorenzi prima di cedere ai quarti di finale a Gianluca Mager. Accede al tabellone principale del torneo anche Marco Bortolotti (6-2 6-0 a Sem Verbeek), mentre Alessandro Bega estromette dal main draw Gonzalo Escobar, sconfitto con il punteggio di 6-4 6-3. Avanti, infine, l’argentino Andrea Collarini, lo svizzero Sandro Ehrat, l’australiano Jacob Grills, il bulgaro Dimitar Kuzmanov e l’uruguaiano Martin Cuevas.

I RISULTATI DI LUNEDÌ 17 GIUGNO

Tabellone principale

Andrea Collarini d. Carlos Boluda-Purkiss 6-3 6-0

Raul Brancaccio d. Fabrizio Ornago 6-4 6-3

Sandro Ehrat d. Johannes Haerteis 6-2 2-1 ret.

Jacob Grills d. Christopher Heyman 7-6 6-1

Alessandro Bega d. Gonzalo Escobar 6-4 6-3

Dimitar Kuzmanov d. Alen Avidzba 6-4 4-6 6-2

Martin Cuevas d. Jan Satral 6-3 7-6

Giulio Zeppieri d. Enrico Dalla Valle 6-4 ret.

Qualificazioni

Francesco Forti d. Francesco Vilardo 6-3 6-2

Marco Bortolotti d. Sem Verbeek 6-2 6-0

 Like

TABELLONE INTERNAZIONALI DI TENNIS EMILIA ROMAGNA
DELLIEN TESTA DI SERIE NUMERO 1
AL PRIMO TURNO MUSETTI AFFRONTA BERRETTINI JR

Parma, 15 giugno 2019 – È stato sorteggiato il tabellone principale degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup, il secondo ATP Challenger della stagione targato MEF Tennis Events. Il Tennis Club President di Parma è pronto ad ospitare da lunedì 17 a domenica 23 giugno un evento di prestigio che promette spettacolo, con  in campo giocatori provenienti da ogni angolo del mondo.

 

I favoriti del torneo – La testa di serie numero 1 del tabellone è il boliviano Hugo Dellien, attuale numero 94 del mondo reduce dai quarti di finale nell’ATP 250 di Ginevra e dal secondo turno al Roland Garros, tornei nei quali ha strappato un set ad Alexander Zverev ed uno a Stefanos Tsitsipas. Numero 2 del seeding Paolo Lorenzi, che a 37 anni continua a frequentare instancabilmente il circuito. Il giapponese Taro Daniel è la testa di serie numero 3, mentre l’ascolano Stefano Travaglia, vincitore del Challenger MEF Tennis Events di Francavilla al Mare, è il numero 4.

 

I derby italiani – Quattro i derby azzurri al primo turno. Il numero 1 del mondo under 18 Lorenzo Musetti affronterà Jacopo Berrettini, fratello minore di Matteo, mentre l’altro Junior di spessore, Giulio Zeppieri, se la vedrà con Enrico Dalla Valle. Testa a testa tra coetanei quello tra Andrea Pellegrino e Julian Ocleppo, entrambi nati nel 1997, oltre alla sfida tra Andrea Vavassori e Adelchi Virgili, quest’ultimo entrato grazie alla wild card conquistata a San Severo nella seconda tappa della Race to MEF Challenger. Lunedì si scende in campo: gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup stanno per iniziare.

 

Informazioni e biglietteria – L’ingresso alle partite è gratuito da lunedì 17 a giovedì 20 giugno. È previsto un biglietto giornaliero di €10,00 per le fasi finali del torneo nei giorni 21-22-23 giugno o una formula abbonamento che prevede la tariffa scontata di €25,00. I ragazzi dai 6 ai 12 anni hanno una riduzione del 50%, mentre gli under 6 entrano gratis. Per assicurarsi un posto in tribuna è possibile acquistare già da oggi i biglietti online sul sito www.diyticket.it. Tutte le informazioni possono essere richieste all’Ufficio Ticketing & Accrediti ai seguenti recapiti: +39 3270798143 – ticket@meftennisevents.com. Sul sito ufficiale della manifestazione www.internazionaliemiliaromagna.it è possibile seguire tutti gli aggiornamenti in vista dell’inizio della competizione.

 Like

INTERNAZIONALI DI TENNIS EMILIA ROMAGNA:
TENNIS STELLARE E SPETTACOLO!
 IN ARRIVO UNO SHOW A 360°…


Parma, 13 giugno 2019 – Ancora pochi giorni di attesa e il grande tennis sarà di scena a Parma. Da lunedì 17 a domenica 23 giugno il Tennis Club President di Basilicanova (Montechiarugolo) ospiterà la prima edizione degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup, secondo Memorial dedicato a Filippo Ricotti. La manifestazione tennistica di spicco a livello mondiale (54.160 dollari di montepremi più ospitalità per tutti i giocatori) fa parte del circuito ATP Challenger 80 ed è organizzata da MEF Tennis Events, società presieduta da Marcello Marchesini: l’evento tennistico, il più importante dell’anno organizzato in Emilia Romagna, riporta il tennis che conta a Parma dopo diverse stagioni di attesa…

 

I protagonisti – Il livello di partecipazione alla prima edizione degli Internazionali di Tennis sui campi del President sarà altissimo, come dimostrano i numeri: due atleti tra i primi cento del pianeta, cinque tra i primi duecento e ventuno tra i primi trecento. Si tratta di una batteria di tennisti stellare a livello Challenger, guidata da due punte di diamante come Hugo Dellien e Paolo Lorenzi. Il boliviano è esploso quest’anno, e soltanto nelle ultime tre settimane ha superato il primo turno al Roland Garros e raggiunto i quarti di finale nell’ATP 250 di Ginevra. Per quanto riguarda Lorenzi, qualsiasi parola sarebbe limitante per esaltarne la spettacolare carriera: un esempio di abnegazione e di ferrea volontà, una macchina da guerra a livello Challenger (ne ha vinti addirittura ventidue in mezzo a tante soddisfazione nei tornei “major” ATP). Tra i “big” è doveroso citare anche il giapponese Taro Daniel, di appena tre posizioni fuori dai primi 100 del mondo, e Tommy Robredo, ex numero 5 al mondo e esponente di spicco della corazzata spagnola guidata da Rafael Nadal.

Per quanto riguarda gli italiani saranno dieci i qualificati di diritto nel tabellone principale, compreso il già citato Lorenzi. Alessandro Giannessi, Stefano Travaglia, Andrea Arnaboldi e Federico Gaio sono tutti nomi di spicco, che vantano numerose partecipazioni in tornei del Grand Slam e una consolidata esperienza a cavallo dei top-100. Una riflessione a parte la merita Gianluigi Quinzi: considerato la più grande speranza del tennis azzurro dopo il trionfo a Wimbledon juniores nel 2013, ma non ancora capace di confermare le enormi aspettative nei suoi confronti.

 

Gli interventi –Ringrazio il presidente e il direttore del circolo per il duro lavoro svolto in questi anni – ha commentato il sindaco neo-eletto di Montechiarugolo Daniele Friggeriche ha permesso di organizzare questo evento di portata internazionale. Attraverso la nostra amministrazione siamo felici di veicolare i valori sani dello sport di cui un torneo di questo livello è naturale portatore”.

In occasione della conferenza stampa di presentazione hanno fatto gli onori di casa il presidente  del circolo Romano Botti, il quale ha ringraziato il presidente di APT Emilia Romagna Davide Cassani per aver inserito la manifestazione all’interno del calendario di Parma Capitale della Cultura 2020, l’amministrazione, gli sponsor e lo staff organizzativo di MEF, e il direttore del torneo Fabio Rossi, che ha descritto il tasso tecnico degli atleti in gara: “Sarà una settimana speciale per tutta la nostra comunità e un’occasione unica di vedere all’opera personaggi del calibro di Dellien, appena una settimana fa al Roland Garros, di Paolo Lorenzi, dell’ex numero 5 al mondo Tommy Robredo e della truppa di giovani azzurri, che certamente ben figurerà. Personalmente, oltre a tutti i ringraziamenti di rito, ci tengo a ricordare il nostro Filippo Ricotti, nella speranza che questo sia il modo migliore per onorarlo”.

Alla presenza del vice-sindaco di Parma Marco Bosi, del vice-presidente del consiglio regionale Fabio Rainieri, del vice-presidente del comitato regionale della FIT Roberto Vitale, del rappresentante del CONI Emilia Romagna Andrea Vaccaro e di Gabriele Premoli, rappresentante del title sponsor GoldBet, ha concluso la serie degli interventi Marcello Marchesini, responsabile di MEF Tennis Events: “Con il Tennis Club  President abbiamo firmato un contratto triennale nella certezza di istaurare un rapporto di collaborazione di successo per tutti noi. La nostra società ha organizzato 21 tornei Challenger, incontri di Federation Cup e le finali di Serie A, ma sono convinto che l’appuntamento in rampa di lancio sia un valore aggiunto fondamentale, capace di portare in Emilia Romagna una manifestazione di altissimo livello e di fare da traino a tutto il movimento”.


Le wild card – Sempre in occasione della conferenza stampa di oggi sono state svelate le cinque wild card per il tabellone principale assegnate dall’organizzazione: gli inviti sono andati a Lorenzo Musetti, Giulio Zeppieri, Emiliano Maggioli, Julian Ocleppo e Adelchi Virgili. Per quanto riguarda Musetti e Zeppieri, si tratta degli under 18 più forti d’Italia, rispettivamente numero 1 e numero 16 al mondo nel ranking ITF juniores: in particolare il 2002 carrarese è ritenuto, assieme a Jannik Sinner, il futuro campione tanto atteso dal nostro movimento, dopo gli splendidi risultati ottenuti quest’anno e la vittoria agli Australian Open juniores. Adelchi Virgili invece ha conquistato l’invito aggiudicandosi il Torneo Race do MEF Challenger di San Severo (Foggia), che appunto metteva a disposizione una wild card per Parma: il “genio fiorentino”, seppur non più giovanissimo, è uno dei tennisti più spettacolari di tutto il circuito. In qualificazioni la wild card è destinata a Francesco Forti.

 

Non solo tennis: una settimana ricca di eventi – La settimana del Challenger parmense non avrà come protagonisti soltanto gli eroi della racchetta. L’organizzazione infatti ha allestito un ricco calendario di eventi collaterali che renderanno gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup un evento di sport e spettacolo a 360°.

Domenica 16 giugno alle ore 18:30 si terrà il raduno del Team Ballkids presso il Centro Commerciale Eurotorri. I campioni del torneo si presteranno a giochi e autografi con i bambini (evento aperto a tutta la cittadinanza). Mercoledì 19 giugno (ore 20:00) è in programma il “Players Party”, una serata con musica e buffet da trascorrere assieme ai i giocatori degli Internazionali all’interno del Tc President. Due giorni dopo, venerdì 21 giugno (ore 10:00), ci sarà un meeting “in-formativo“ (dedicato principalmente agli insegnanti di tennis ma aperto a tutti) di presentazione dell’innovativa macchina lanciapalle Dragonet.

Tutti i giorni del torneo inoltre sarà possibile accedere al “Dunlop Kids Village”, uno spazio riservato interamente ai bambini (http://weto.crionetworld.com/emiliarom/2019/05/28/dunlop-kids-village/)

 

Informazioni e biglietteria – Gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup prenderanno ufficialmente il via lunedì 17 giugno con il tabellone di qualificazione a quattro atleti e il tabellone principale a quarantotto. Sul sito ufficiale della manifestazione (http://weto.crionetworld.com/emiliarom) è possibile seguire tutti gli aggiornamenti in vista dell’inizio della competizione.

L’ingresso ai campi è gratuito da lunedì 17 a giovedì 20 giugno. È previsto un biglietto giornaliero di € 10,00 per le fasi finali del torneo nei giorni 21-22-23 giugno o una formula abbonamento che prevede la tariffa scontata di € 25,00. I ragazzi dai 6 ai 12 anni hanno una riduzione del 50%, mentre gli under 6 sono gratuiti. Per assicurarsi un posto in tribuna è possibile acquistare già da oggi i biglietti online sul sito www.diyticket.it. Tutte le informazioni possono essere richieste all’Ufficio Ticketing & Accrediti ai seguenti recapiti +39 3270798143 – ticket@meftennisevents.com

Biglietti e abbonamenti: http://weto.crionetworld.com/emiliarom/tickets/.

 Like

La prima edizione degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup lascia il palcoscenico ai ragazzi/e delle scuole SAT dell’Emilia Romagna. Quest’anno sarà data l’opportunità ai maestri e ai loro allievi di vivere da protagonisti uno dei tornei più importanti della Regione.

Avere un torneo internazionale del circuito ATP Challenger a pochi chilometri da casa è un privilegio che qualunque maestro di tennis dovrebbe poter sfruttare. Dal punto di vista tecnico, si presenta come l’opportunità di vedere dal vivo, ad una distanza estremamente ravvicinata, i professionisti della racchetta. Trascorrere del tempo assistendo agli allenamenti o ad una partita può diventare una divertente e proficua lezione teorica sulla tecnica di determinati colpi.

Dal punto di vista emozionale, il risultato è ancora più incisivo. Conoscere e stringere la mano ad alcuni dei tennisti professionisti partecipanti, poterli tifare per tutto il loro percorso nella settimana del torneo, diventa una preziosa ispirazione per il futuro.

Il clima familiare del torneo ATP Challenger di Parma permetterà ai ragazzi/e di avere un contatto diretto con il tennis professionistico e con gli addetti ai lavori. Infatti, i ragazzi che parteciperanno al progetto saranno introdotti ed accompagnati nel “back stage” della manifestazione.

 

DUNLOP KIDS VILLAGE

 

Cos’è? 

Un’area totalmente riservata ai ragazzi/e. Una zona divertente e dinamica con:

– Campetti da tennis: saranno a disposizione dei ragazzi mini-racchette, palline e strumenti per sfide di precisione.

– Dragonet Challenge: una rivoluzionaria macchina da tennis per l’allenamento, non una semplice lanciapalle. Un training completo e personalizzabile, grazie all’app disponibile per iPhone e Android, in grado di mettere alla prova tre tipologie di tennisti, dai principianti, abituati alle ormai obsolete sparapalle, ai futuri Next Gen, fino ai miti della top ten ATP.

– Autograph Session: box riservato per la firma di autografi, conferenze stampa dei piccoli, photo booth.

– Ballkids headquarters: Quartier generale del team Ball Kids.

 

Cosa facciamo?

I ragazzi/e saranno accompagnati in un Tour de “il dietro le quinte”, con la possibilità di visitare le aree riservate come la Players Lounge, il Players Desk, il Supervisor ATP e lo staff arbitrale, gli Stringers etc. per conoscere da vicino i principali addetti ai lavori con i quali i giocatori si interfacciano.

Sarà possibile assistere ai match con la possibilità di ideare una sessione sulla tecnica, osservando determinati movimenti ed atteggiamenti del giocatore. La parte teorica potrà essere resa pratica subito dopo nel Dunlop Kids Village, dove saranno presenti attrazioni quali la macchina lancia-palle Dragonet, campetti di mini-tennis e giochi a premi.

L’esperienza terminerà con l’incontro di un giocatore professionista presso il box riservato, autograph session e foto ricordo.

 

Come iscriversi?

Sarà sufficiente inviare una e-mail indicando il giorno preferito (con seconda opzione) tra il 18 e il 20 giugno, l’orario preferito, il numero di partecipanti ed eventuali informazioni ritenute necessarie.

 

Contatti: Federica ticket@meftennisevents.com | +39 327 0798143

 Like
Conferenza stampa di presentazione

Gilberto Fantini: “la Città darà grande risposta”

Parma, 23 maggio 2019 – Nella sala stampa della Sede Regionale di Bologna sono stati presentati in conferenza stampa gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup, il torneo ATP Challenger targato MEF Tennis Events in programma dal 17 al 23 giugno al Tennis Club President di Parma.

 

Romano Botti: “Progetto triennale” – Tante le autorità presenti, entusiaste di un evento che promette spettacolo. In apertura di conferenza Romano Botti, presidente del Tennis Club President: “Innanzitutto ringrazio MEF Tennis Events, il presidente della Regione Stefano Bonaccini e tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione della manifestazione. Con orgoglio annuncio che il progetto è stato fissato per 3 anni, ce la metteremo tutta”. Gioia anche sul volto di Marcello Marchesini, presidente di MEF Tennis Events: “Ringrazio il presidente Davide Cassani di APT Servizi Emilia Romagna e la Regione. Vengo dal settore del turismo e quando ho iniziato questa nuova professione ho mantenuto la mia ‘vocazione’ legandola allo sport. Per noi è molto importante il rapporto con enti ed istituzioni. Ci sono emozione ed entusiasmo da parte nostra e del prof. Fabio Rossi, direttore del torneo. Abbiamo firmato un contratto di 3 anni e siamo convinti che, visti i numeri del Comitato Regionale della Federazione Italiana Tennis, sarà un successo”.

 

Gilberto Fantini: “Forte supporto della FIT” – Proprio il presidente del Comitato Regionale Emilia Romagna della FIT, Gilberto Fantini, ha espresso la propria soddisfazione: “Sono molto contento che il grande tennis torni in Emilia Romagna. ATP Challenger vuol dire professionismo di alto livello e la nostra regione vive in maniera estremamente attiva questo tipo di manifestazione. In Italia gli eventi tennistici sono in crescita, basti pensare che Torino ospiterà le ATP Finals: l’euforia per questo meraviglioso sport ci permette di cavalcare un’onda positiva che vede la passione aumentare sempre di più. Parma darà una grande risposta. La FIT supporta con decisione tornei come questo, importanti per la crescita dei giovani che puntano ad arrivare dove altri azzurri stanno brillando ultimamente”. In conclusione le osservazioni della Regione Emilia Romagna che ha lavorato affinché l’evento fosse pluriennale anche grazie a Fabio Ranieri, con il quale sono state fatte valutazioni sul torneo notando che il 2020 sarà l’anno di “Parma Capitale Italiana della Cultura”. L’obiettivo sarà inserire il torneo di tennis nel circuito che promuoverà cultura ed arte. Lo sport sarà un volano per la promozione del territorio e delle sue eccellenze. Ringraziamenti anche a MEF Tennis Events e alla FIT: la Regione è felicissima di ospitare questo evento in un periodo così buono per il tennis italiano maschile. Orgogliosi anche il direttore del torneo, il prof. Fabio Rossi, ed il vice presidente del Comitato Regionale della FIT Roberto Vitale, anch’essi presenti alla conferenza stampa.

 Like

Il grande tennis sbarca a Parma. Da lunedì 17 a domenica 23 giugno il Tennis Club President ospiterà la prima edizione degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup, il secondo torneo ATP Challenger 80 della stagione targato MEF Tennis Events. La società che organizza e gestisce eventi tennistici da oltre dieci anni, il cui è presidente è Marcello Marchesini, punta sull’Emilia Romagna per una manifestazione che promette spettacolo e che sarà presentata ufficialmente in conferenza stampa giovedì 23 maggio nella stessa sede di gara.

I grandi nomi del passato – La settimana scelta per il torneo garantisce la partecipazione di giocatori tra i migliori del circuito mondiale. Grigor Dimitrov, Kevin Anderson, David Goffin, Benoit Paire, Dusan Lajovic ed Albert Ramos-Vinolas, oltre agli azzurri Marco Cecchinato, Paolo Lorenzi e Simone Bolelli, infatti, sono solo alcune delle stelle che hanno preso parte alle edizioni passate della kermesse, disputate a Todi e L’Aquila.

La Race to MEF Challenger – Gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup metteranno in palio il montepremi di $54.160 e per tutti i giocatori ci sarà ospitalità. Come da regolamento il tabellone di qualificazioni sarà composto da 4 atleti, mentre il principale da 48. Una wild card del tabellone principale sarà assegnata al vincitore del secondo torneo Race to MEF Challenger, competizione internazionale che andrà in scena allo Sporting Club San Severo dal 1º all’8 giugno. Nato da un’idea di Marcello Marchesini, il circuito Race to MEF Challenger concede ai tennisti, in particolare i giovani, la possibilità di affacciarsi al livello Challenger senza passare dal tanto discusso ITF World Tennis Tour (noto come ITF Transition Tour) ma attraverso la conquista di una wild card. Nella prima tappa si è imposto Gianluca Di Nicola, che ha poi incantato il pubblico del Circolo Tennis Francavilla al Mare Sporting Club nella sfida contro il “golden boy” Lorenzo Musetti, vincitore di una partita entusiasmante al terzo e decisivo set.

La sede del torneo – Sarà dunque il Tennis Club President di Basilicanova (Parma) la sede di uno dei principali eventi tennistici dell’Emilia Romagna. Fondato nel 1974, il Club si estende su una superficie di circa 50.000 metri quadrati, offrendo numerose e moderne strutture. Dotato di un ampio e funzionale parcheggio e di una accogliente Club House, si distingue come piacevole luogo di incontro ed aggregazione, nonché location di eventi e feste. Sono presenti una palestra, una piscina, un ristorante, un bar attivo 365 giorni l’anno, 9 campi da tennis dei quali 6 in terra rossa e 3 in play-it, questi ultimi in una splendida struttura indoor. Già sede di numerosi tornei Futures $15.000 in passato, il Tennis Club President si prepara ad accogliere una nuova grandiosa manifestazione.

Marcello Marchesini: “Siamo grati alla Regione” – Soddisfazione e serenità nelle parole di Marcello Marchesini in vista del torneo: “Siamo felici di riportare in Emilia Romagna una tappa del circuito di tennis professionistico ATP Challenger Tour, che mancava ormai da diversi anni. Siamo grati alla Regione Emilia Romagna che ha abbracciato la nostra proposta e ci adopereremo affinché questo evento diventi un appuntamento fisso ed immancabile per il territorio regionale. L’obiettivo di MEF Tennis Events sarà dare la massima visibilità alle eccellenze regionali e a quelle imprenditoriali degli sponsor che hanno scelto e che sceglieranno di affiancarci nella realizzazione del più prestigioso evento tennistico in programma in Emilia Romagna. Siamo certi che il binomio tennis-turismo possa portare grandi benefici, coniugando lo sport alla valorizzazione delle bellezze che questa terra sa offrire”.

 1

Dal 17 al 23 giugno grandi campioni al Tennis Club President

 

Il Tennis Club President di Basilicanova (PR), in collaborazione con MEF tennis events, società operante nel settore dell’organizzazione, marketing e comunicazione di eventi tennistici, inaugurano nel 2019 una nuova tappa del circuito ATP Challenger Tour che coinvolge 140 città in tutto il mondo. Il circuito, promosso dall’Associazione Tennisti Professionisti, prevede una serie di tornei internazionali maschili studiati per consentire a giocatori dalla 51^ posizione al mondo in poi, di acquisire un ranking sufficiente per accedere ai tabelloni principali o di qualificazione dei tornei ATP Tour 250 series o ATP Tour 500 series. 

Il torneo professionistico, della tipologia ATP Challenger 80, mette in palio un montepremi di $ 54.160 e 80 punti ATP, includendo l’ospitalità per tutti i partecipanti.

L’evento si svolgerà dal 17 al 23 giugno 2019 presso gli impianti del Tennis Club President e coinvolgerà oltre 70 giocatori provenienti da tutte le parti del mondo, insieme ai loro coach ed accompagnatori.

La settimana di riferimento è una delle più ambite, testimone è la partecipazione nelle passate edizioni di giocatori come Paolo Lorenzi (best ranking n. 33); Marco Cecchinato (attuale n. 16); Federico Delbonis (best n. 33); Dusan Lajovic (attuale n. 44); Carlos Berlocq (best n. 37); Thomas Muster (ex n. 1); Gaston Gaudio (best n. 5); Grigor Dimitrov (attuale n. 29 e best ranking n. 3); Kevin Anderson (attuale n. 7); Marcel Granollers (best n. 19); David Goffin (attuale n. 20); Albert Ramos-Vimolas (best n. 17); Benoit Paire (attuale n. 67 e best 18); Aljaz Bedene (attuale n. 69); Simone Bolelli (best 36) e tutti i migliori italiani fra i quali Thomas Fabbiano, Gianluigi Quinzi, Salvatore Caruso, Filippo Baldi, Stefano Travaglia, Alessandro Giannessi e molti altri.

Per 11 anni il torneo ha avuto sede in Umbria, presso il Tennis Club Todi 1971, per poi trasferirsi a L’Aquila. L’edizione 2019 approda nel territorio emiliano ed è il Tennis Club President ad accoglierlo.

Situato a 10 Km a sud di Parma, nel comune di Montechiarugolo, rappresenta un’autentica oasi di verde.

Fondato nel 1974, il Club si estende su una superficie di circa 50 mila metri quadrati, offrendo numerose e moderne strutture. Dotato di un ampio e funzionale parcheggio ed una Club House, luogo di incontro ed aggregazione trasformato in location di eventi e feste. E’ presente una palestra, una piscina, un ristorante e bar attivo 365 giorni l’anno, 9 campi da tennis dei quali 6 in terra rossa e 3 in play-it, questi ultimi inseriti in una splendida struttura indoor.

Il Circolo è stato inoltre sede di numerose edizioni di tornei Futures ITF con montepremi di $ 15.000.

I preparativi sono già in corso, si attende una splendida settimana di grande tennis!

 Like