salvatore caruso

RINVIATA LA FINALE TRA CARUSO E TIAFOE

SI DISPUTERÀ LUNEDÌ ALLE 10.00

 

 

Parma, 11 ottobre 2020 – Pioggia a Parma, è stata rinviata la finale degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna. Salvatore Caruso e lo statunitense Frances Tiafoe giocheranno il match per il titolo del Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President lunedì 12 ottobre alle ore 10.00. Inutili i tentativi degli organizzatori di sistemare il Campo Centrale per renderlo agibile: la pioggia non ha dato tregua a Parma e l’incontro è stato rinviato.

 

 Like

CARUSO IN FINALE AL CHALLENGER DI PARMA

“GRANDE SODDISFAZIONE, ORA VOGLIO IL TITOLO”

TIAFOE L’ALTRO FINALISTA: “AMO GIOCARE IN ITALIA”

 

Parma, 10 ottobre 2020 – La finale degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna sarà tra Salvatore Caruso e Frances Tiafoe. Il ventisettenne di Avola ha battuto in semifinale l’australiano Alexei Popyrin con il punteggio di 6-4 6-4 in un’ora e 44 minuti di gioco, mentre lo statunitense ha impiegato un’ora e 55 minuti per eliminare l’argentino Federico Delbonis con lo score di 3-6 6-3 6-4. Il match per il titolo del Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President di Parma è in programma domenica 11 ottobre alle ore 14.00.

 

Caruso non delude – Tanta la soddisfazione dell’azzurro dopo il successo: “Sapevo che non sarebbe stato semplice spuntarla contro un giocatore aggressivo come Popyrin. In campo mi sentivo a mio agio, ho prolungato gli scambi il più possibile per metterlo in difficoltà e mentalmente non sono mai uscito dalla partita. La finale sarà difficilissima, ma di certo è una grande soddisfazione averla raggiunta con la consapevolezza che sugli spalti ci sarà il pubblico a sostenermi. Voglio il titolo”.

 

Tiafoe elimina Delbonis – Dalla parte opposta della rete ci sarà la testa di serie numero 1 del tabellone, Frances Tiafoe: “Sono davvero felice. Non avevo mai affrontato Delbonis, un giocatore esperto, mancino, con una grande carriera alle spalle. Ho reagito benissimo dopo aver perso il primo set e ce l’ho fatta. La finale? Caruso è molto forte e questa settimana ha vinto match di alto livello, in più è un amico: conosco il suo stile di gioco e darò il 100% per conquistare il titolo”. Al Tennis Club President sono tutti pazzi di ‘Bigfoe’: “Amo giocare in Italia. Sono sceso in campo due volte a Milano alle Next-Gen ATP Finals ed ogni volta che torno in questo Paese sono estremamente contento. Adoro il vostro modo di vivere il tennis”. In doppio trionfano Marcelo Arevalo e Tomislav Brkic, che in finale si sono imposti su Ariel Behar e Gonzalo Escobar con il punteggio di 6-4 6-4.

 

I risultati di sabato 10 ottobre

 

Semifinali singolare

Frances Tiafoe b. Federico Delbonis 3-6 6-3 6-4

Salvatore Caruso b. Alexei Popyrin 6-4 6-4

 

Finale doppio

Marcelo Arevalo/Tomislav Brkic b. Ariel Behar/Gonzalo Escobar 6-4 6-4

 Like

PARMA, CARUSO IN SEMIFINALE: BATTUTO DJERE IN 3 SET

“ALTALENA DI EMOZIONI, FONDAMENTALE IL PUBBLICO”

ELIMINATI CECCHINATO E BALDI

 

 

Parma, 9 ottobre 2020 – Salvatore Caruso sarà l’unico italiano in campo nelle semifinali degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna, il Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President di Parma. Il ventisettenne di Avola ha battuto ai quarti il serbo Laslo Djere in una battaglia di 2 ore esatte terminata con lo score di 6-4 2-6 6-4.

 

Caruso la spunta contro Djere – Stremato ma più che soddisfatto, Caruso ha analizzato il suo successo: “La partita è stata molto tosta, Djere è un grandissimo tennista e lo ha dimostrato negli anni. È stata un’altalena di emozioni, sono veramente contento di averla portata a casa: voglio continuare così. Anche oggi il pubblico si è fatto sentire, finalmente ci sono gli spettatori in tribuna e possiamo sentire qualche voce amica che ci incita dagli spalti. Spero che continueranno a sostenermi”. In semifinale il numero 85 del mondo affronterà l’australiano Alexei Popyrin, vincitore dell’equilibratissimo match contro il lucky loser argentino Juan Pablo Ficovich chiuso con il punteggio di 6-7(6) 6-4 7-5 dopo quasi 3 ore di lotta.

 

Delbonis e Tiafoe non falliscono – Dalla parte opposta del tabellone la testa di serie numero 3, Federico Delbonis, ha eliminato Marco Cecchinato con lo score di 4-6 6-2 6-2 in un’ora e 33 minuti di gioco: “Ho cambiato l’inerzia dell’incontro quando, dopo il primo set, ho iniziato a scendere a rete con continuità. Nel secondo e nel terzo parziale ho comandato gli scambi e alla fine ce l’ho fatta. Cecchinato veniva da un ottimo Roland Garros, sta tornando ai livelli del 2018: sarei contento di rivederlo presto in alta classifica”. L’argentino se la vedrà in semifinale con la prima testa di serie del torneo, lo statunitense Frances Tiafoe, che ha avuto la meglio di Filippo Baldi con il punteggio di 7-6(3) 7-5 in quasi 2 ore di gioco. La finale di doppio, in programma sabato 10 ottobre, vedrà da una parte Ariel Behar e Gonzalo Escobar e dall’altra Marcelo Arevalo e Tomislav Brkic.

 

I risultati di venerdì 9 ottobre

 

Quarti di finale singolare

Frances Tiafoe b. Filippo Baldi 7-6(3) 7-5

Federico Delbonis b. Marco Cecchinato 4-6 6-2 6-2

Salvatore Caruso b. Laslo Djere 6-4 2-6 6-4

Alexei Popyrin b. Juan Pablo Ficovich 6-7(6) 6-4 7-5

 

Semifinali doppio

Ariel Behar/Gonzalo Escobar b. Simone Bolelli/Maximo Gonzalez 6-4 3-6 13/11

Marcelo Arevalo/Tomislav Brkic b. Andres Molteni/Hugo Nys 5-7 6-4 11/9

 Like

“DEVO LAVORARE PER SCALARE LA CLASSIFICA ATP”

BALDI VINCE IL DERBY CONTRO MAGER

 

 

Parma, 7 ottobre 2020 – Salvatore Caruso vola ai quarti di finale degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna. Il numero 85 del mondo ha sconfitto al secondo turno il ceco Tomas Machac con il punteggio di 6-2 7-5 in un’ora e 42 minuti di gioco: il suo prossimo avversario nel Challenger organizzato da MEF Tennis Events al Tennis Club President di Parma sarà il serbo Laslo Djere.

 

Caruso sorride – Soddisfatto al termine dell’incontro il ventisettenne di Avola (Siracusa): “Ho iniziato il match molto bene, molto solido, a differenza del primo turno in cui ho faticato tanto (4-6 6-3 6-4 contro il francese Hugo Grenier, ndr). Sono contento di aver vinto in due set, me lo sono meritato”. Per salire ulteriormente in classifica, Caruso è consapevole di dover aumentare l’aggressività del suo gioco: “Stiamo lavorando sulla spinta da fondocampo e sulla lettura dei momenti chiave delle partite. Sono due aspetti fondamentali per riuscire a fare un altro salto a livello ATP”. Nessun obiettivo preciso di ranking: “Devo crescere ancora, l’obiettivo è scalare posizioni in classifica senza porci limiti”.

 

Baldi ai quarti di finale – Anche Filippo Baldi ai quarti di finale in virtù del successo nel derby azzurro contro Gianluca Mager, costretto al ritiro per problemi fisici quando lo score diceva 4-6 6-3 3-1 per Baldi: “È stato un match strano. Quando ci affrontiamo, io e Gianluca difficilmente riusciamo ad esprimerci al meglio, anche perché nei derby la tensione è sempre alta. Nel primo set ho commesso troppi errori, per fortuna sono rimasto in partita e alla fine lui si è ritirato. Mi dispiace, avrei preferito vincere in un’altra maniera, ma nel tennis ogni tanto succede anche questo”. Tanti i segnali incoraggianti nel gioco del milanese classe ’96: “Non voglio dirlo, ma è evidente che dopo un periodo difficile io abbia ricominciato ad avvertire ottime sensazioni in campo. Voglio continuare così senza soffermarmi troppo sui risultati”.

 

I risultati di mercoledì 7 ottobre

 

Secondo turno

Filippo Baldi b. Gianluca Mager 4-6 6-3 3-1 rit.

Salvatore Caruso b. Tomas Machac 6-2 7-5

Laslo Djere b. Sumit Nagal 7-5 4-6 6-4

 

 Like